Per orientarsi in un territorio sconosciuto bisogna scegliere gli strumenti giusti. Negli ultimi anni il web si è popolato di siti e software che offrono la possibilità di raccogliere, analizzare e visualizzare i dati. Ecco quelli che utilizzo per realizzare le mie storie.

Piktochart DD

Piktochart

Sito utile per cominciare a sperimentare qualche tecnica di data journalism.La sezione Infographic offre la possibilità di comporre dei pannelli statici unendo testi, fotografie, grafici e mappe. Il catalogo di icone e altri elementi decorativi rende questo strumento interessante per la creazione di report aziendali che guardano anche alla resa estetica.

Link: http://piktochart.com/

Tableau DTableau Public

È un software scaricabile gratuitamente è utilizzabile anche offline. Il suo miglior pregio è la possibilità di gestire ampi dataset svolgendo sia processi di analisi che di visualizzazione. I dati possono essere rappresentati attraverso mappe e grafici e allo stesso tempo elaborati, filtrati e aggregati. Particolarmente interessante è la sezione mappe, oltre a quelle già presenti in archivio è possibile crearne di nuove attraverso la geolocalizzazione o l’importazione di shapefile.

Link: https://public.tableau.com/s/

Tutorial: http://www.peteraldhous.com/CAR/tableau_demo.pdf

gephi_logoGephi

Gephi si concentra sui network graphs, i grafici che definiscono le relazioni fra più elementi. Lavora su file con formato GDF. Dopo aver costruito la propria rete di connessioni è possibile agire non solo sui colori e le forme dei singoli elementi ma anche sulla loro disposizione nello spazio scegliendo fra i diversi algoritmi già a disposizione. I file così creati in formato PDF si possono modificare successivamente attraverso strumenti come Inkscape o Adobe Illustrator. Dal sito si può scaricare gratuitamente l’applicazione desktop.

Link: https://gephi.org/

Tutorial: http://www.martingrandjean.ch/gephi-introduction/

cartodb-logo1CartoDB

Questo sito unisce la cartografia al linguaggio Sql. Si possono fondere insieme tabelle diverse e applicare delle query per filtrare i dati. La visualizzazione si concentra soprattutto sulle mappe, una delle opzioni più interessanti è la creazione di brevi video che mostrano lo sviluppo nel tempo di un fenomeno su un determinato territorio. Lo spazio di lavoro offerto dagli account free è però piuttosto ridotto e quindi non è possibile conservare molte dataviz in archivio.

Link: https://cartodb.com/

Tutorial: http://docs.cartodb.com/tutorials/